In vacanza col pancione

Valigia chiusa, si parte!

Questa volta porterò nel trolley, mio fedele compagno di viaggio e probabile futuro socio nel momento in cui conosceremo la ranocchietta, qualche carta in più. Il ginecologo mi ha rassicurato, posso volare e viaggiare tranquilla, serve solo qualche accortezza. E così ho preparato la bustina di medicine con i farmaci anticontrazioni, la tachipirina e altre pastigliette per ogni evenienza e soprattutto ho aggiunto tutti i documenti della gravidanza. Perché è bene avere sempre con sé la cartella, casomai mi servissero (spero proprio di no) cure mediche.

Cartella_gravidanza

Il viaggio è stato pensato e prenotato mesi prima che scoprissimo di aspettare Adele, abbiamo deciso di non annullarlo e lanciarci nell’avventura della vacanza col pancione. Inutile dire che sono un po’ preoccupata, sarebbe strano il contrario visto che mi agito per qualunque cosa, cerco però di pensare positivo e mi impegnerò a godermi ogni momento. Se poi il pancione sarà ingombrante, le soste bagno si susseguiranno senza soluzione di continuità, mi stancherò, non sarà un problema. Respirerò profondamente, mi riposerò, e aggiungerò ogni esperienza nella scatolina della memoria che vuoterò un giorno, raccontando alla ranocchietta del suo primo viaggio, quando ancora era dentro la mamma.

Articolo creato 75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: