– 24: S.O.S. prurito

Avrei voluto pubblicare un post al giorno durante il conto alla rovescia dell’ultimo mese, purtroppo in gravidanza non è mai possibile fare programmi certi. L’imprevisto che ieri mi ha tenuto lontana dal computer, e che anche oggi mi sta rendendo molto difficile scrivere, si chiama disidrosi.

Da più di una settimana mi sono comparse, prima sui piedi e poi anche sulle mani, delle bollicine dapprima quasi invisibili, ma identificabili al tatto, che definire pruriginose non rende l’idea. Pensate a una concentrazione di punture di zanzara unite a un tappeto d’ortiche e ancora non avete raggiunto il mio livello. Venerdì avevo chiesto al ginecologo di cosa si potesse trattare e lui ha ipotizzato fosse la malattia mani-bocca-piedi, che aveva già colpito alcune sue pazienti. Mi ha quindi suggerito di disinfettare i piedi con amuchina. La sera l’ho fatto e la notte mi sarei strappata la pelle di dosso, se fosse servito a farmi passare il dolore. Ho provato anche con una crema per le punture di insetto, ma niente. Ieri mattina, dopo un’altra notte insonne trascorsa a cercare senza successo di non grattarmi, sono stata dal medico che mi ha spedito al Bufalini per una visita dermatologica d’urgenza.

Diagnosi: una forte disidrosi. Non è una malattia tipica della gravidanza, ma la dolce attesa può essere uno dei motivi che la scatenano. Le bollicine iniziali in alcuni punti sono diventate vere e proprie bolle piene di liquido,  e la pelle delle mani assomiglia a quella di una strega avvizzita. Vi risparmio la foto perché non voglio correre rischi, nel caso siate deboli di stomaco… Rimedio: sarebbe necessario il cortisone, decisamente poco indicato in gravidanza. Allora ciò che posso fare è spalmarmi dosi abbondanti di pasta zinco (dottoressa dixit: “Quella che userai per il culetto di Adele”) e una volta al giorno applicare una crema particolare che mi è stata prescritta, e che, ahimè, ancora non ho acquistato perché pare introvabile, almeno nelle farmacie che ho visitato. Finito il post mi metterò a telefonare a tutte le farmacie di Cesena in cui ancora non sono stata, sperando di trovarla.

Nonostante ieri mi sia spremuta addosso quasi un tubo di pasta, stanotte è stata comunque terribile. Stamattina ho acquistato, non avendo trovato la crema suddetta, una confezione di Vea Zinco, sperando sia più efficacie delle paste usate ieri. Altro che testare i campioncini sulla ranocchietta e poi comprarle i prodotti, gli esperimenti li sto facendo io ora, se trovo qualcosa di risolutivo riempirò l’armadietto del bagno!

Spero di risolvere a breve il problema, anche perché non dormendo la notte, poi necessito di recuperare durante il giorno per non essere una larva totale, ieri ho praticamente dormito tutto il tempo, e così facendo mi sto sballando tutti i ritmi. Confido di riuscire a trovare questa benedetta crema, perché un’altra notte del genere potrebbe farmi impazzire del tutto…

Se non vedete aggiornamenti nei prossimi giorni è perché o mi sono suicidata in preda alla follia o perché ho distrutto tutto quello che mi capita sottomano per non grattarmi…

Articolo creato 75

0 commenti su “– 24: S.O.S. prurito

  1. Poverina, mi dispiace tanto: ti leggo già da un po’ e anche io sono incinta e della Provincia di FC (a novembre è la mia dpp). Spero che come ti sia comparsa, altrettanto velocemente scompaia questa odiosa disidrosi. Incrocio le dita per te e…tieni botta che sei una donna forte!. Ora poi sei una super donna perché attendi la tua piccola Adele. In bocca al lupo.

  2. Crepi il lupo e grazie! Mi conforta pensare che ormai manca poco e così si sopporta tutto più volentieri… in bocca al lupo a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: