Otto mesi zompettanti

La ranocchietta ha iniziato a saltellare! In realtà è più un movimento stile soldato nel fango, si sposta facendo forza nelle braccia, e solo ogni tanto alza le gambe. Le novità più eclatanti dell’ultimo mese sono, come potete intuire, senza dubbio a livello motorio, ha fatto progressi enormi e velocissimi. Ce ne siamo accorti nel peggior modo possibile, con una caduta dal letto.

Di solito per addormentarla io o Luca la portavamo nel lettone fino a quando non crollava, poi la lasciavamo lì circondata dai cuscini e la spostavamo nel suo lettino quando eravamo noi pronti per andare a dormire. Quel fatidico venerdì sera, mentre guardavamo un film sul divano, abbiamo sentito una botta e poi il suo pianto disperato. Ci siamo precipitati in camera e l’abbiamo trovata per terra! Non vi dico la paura. Prima di tutto abbiamo cercato di calmarla, poi quando il pianto si è placato abbiamo chiamato la guardia medica per capire come comportarci. Ci hanno detto di osservarla, se avesse vomitato, se le pupille si fossero dilatate o se avesse presentato bernoccoli in testa, ci saremmo dovuti catapultare in ospedale. Se invece, dopo essersi calmata, si fosse comportata come al solito dovevamo solo continuare ad osservarla. L’allarme poteva considerarsi rientrato dopo 24 ore dalla caduta. Inutile dire che io non ho chiuso occhio e ho passato la notte a monitorare il suo respiro. Per fortuna i bimbi son davvero di gomma e la nostra piccola roccia, oltre allo spavento, non si è fatta nulla. Adesso abbiamo imparato la lezione e appena si addormenta la spostiamo subito nel suo lettino.

Il sonno è costante, a parte una decina di giorni a cavallo tra il settimo e l’ottavo mese in cui si svegliava spesso la notte per essere rassicurata. Ora siamo tornati ai soliti ritmi di circa nove ore per notte più due o tre riposini giornalieri.

Con l’arrivo del caldo abbiamo aumentato la frequenza dei bagnetti e le abbiamo comprato una micro piscina che usiamo al mare sotto l’ombrellone, si diverte come una pazza, adora fare gli squizzi! Adesso che poi sta seduta perfettamente è un piacere farla giocare.

Adeleinspiaggia

Abbiamo anche abbandonato l’ovetto per il seggiolino auto perchè ormai era diventato piccolo. È veramente strano vederla crescere così in fretta.

Sull’alimentazione siamo sempre assestati sulle tre poppate più pranzo, cena e a volte un po’ di frutta o yoghurt lontano dai pasti. Il caldo non le ha minimamente tolto l’appetito…anzi, continua a mangiare come un lupo! Infatti le ho aumentato di qualche grammo le dosi di pasta e riso e Voracini spazzola tutto di gusto. Continuo a proporle il piatto unico per comodità, a volte però dato il caldo, la pasta o il riso glieli diamo freddi, soprattutto se siamo fuori casa. Ci è capitato anche di farla mangiare in un locale che non serve pasta e le abbiamo fatto portare pollo e verdure grigliati, accompagnati col pane. Abbiamo sminuzzato tutto al coltello e ha mangiato tutto con gran soddisfazione. Quando arriveranno i dentini (sempre nulla ancora su quel fronte) ci sarà da ridere, vorrà mangiare anche noi.

E’ sempre più complesso starle dietro, seguirla richiede dosi di energia incredibili, ma la gioia di vederla così felice è la benzina che ci alimenta.

Articolo creato 75

2 commenti su “Otto mesi zompettanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: