Per un 2016 di abbracci e parole d’amore

Non scrivo parole, se non liste della spesa e di cose da fare, da alcuni mesi. Nemmeno le conversazioni su Whatsapp contano ovviamente, benché chilometriche. Forse è il periodo di tempo più lungo che io abbia mai trascorso lontana dalla catarsi che solo una stanza silenziosa e l’inchiostro su foglio vergine, o una tastiera e un documento bianco, offrono.

Potrei trovare molto facilmente una giustificazione, dire che non ho il tempo necessario da dedicare al raccontarmi, la verità è molto più semplice, non ne ho avvertito il bisogno, o se non altro non così urgente e immediato. Sì, diverse notti, quando per i più svariati motivi mi ritrovavo sveglia ad ascoltare i rassicuranti respiri dei miei amori, ho formulato incipit nella mia mente. Poi però si sono persi con le prime luci del mattino, il nuovo giorno mi assorbiva e li relegava per sempre nella zona grigia.

La cosa strana è che non ho mai sofferto tanto come nell’anno appena passato, e nonostante questo, solo una lettera è stata consegnata per l’ultimo viaggio, e un’altra sola pagina è ancora lì, in attesa di essere stampata e rilegata, perché possa aiutare anche le altre persone che sentono come me quella mancanza. Se in passato mi affidavo alla scrittura, per lenire (non guarire) il dolore, oggi mi rifugio in un abbraccio. La maternità ha amplificato la mia capacità di amare, e soprattutto di lasciarmi amare e curare con l’amore. Mi ha reso più sensibile al dolore, ma anche più consapevole che solo vivendolo tutto fino in fondo posso dare pace al mio cuore sanguinante.

Sono comunque serena, non mi preoccupa l’astinenza da catarsi scritta, perché so che quando quel cuore sanguinante, o anche pulsante e desideroso di condividere la sua felicità, deciderà di guidare le mie mani sulla tastiera, loro saranno pronte a seguirlo fiduciose. E grazie a voi che continuerete ad ascoltarlo e a leggermi.

Un abbraccio e un augurio per un 2016 pieno di parole d’amore.

Articolo creato 75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: